L’attrezzatura ideale per praticare Nordic Walking

nordic-walking-attrezzatura

L’attrezzatura ideale per praticare Nordic Walking

Abbigliamento:

Inizialmente, come abbigliamento, può bastare quello normalmente utilizzato per il jogging cercando semplicemente di adattarlo all’ambiente in cui si va a praticarlo. Se ci si trova in zone con  clima caldo, possono bastare un paio di pantaloncini e maglietta, se invece si pratica in montagna  l’ideale è vestirsi adeguatamente in base al clima e al tempo del momento e comunque portare sempre con se un capo di abbigliamento in più o una giacchetta antivento in quanto potrebbero verificarsi dei cambiamenti di clima repentini. L’ideale comunque sarebbe avere un vestiario tecnico con tessuti ultratraspiranti e nello stesso tempo impermeabili e antivento.

Scarpa:

Le scarpe da ginnastica o jogging vanno solitamente bene. L’ideale, su percorsi tradizionali, sarebbe la scarpa da walking che supporta la rullata del piede. Se si scelgono invece percorsi in montagna è consigliabile usare apposite scarpe da nordic walking  che presentano una suola più strutturata e solitamente rivestite in Goretex per proteggere il piede da umidità, fango o pioggia.

Portaborraccia e borraccia:

E’ sempre utile aver con sé un portaborraccia e la borraccia per far si che durante il corso dello sforzo fisico si possa reintegrare correttamente e periodicamente i sali minerali spesi.

Bastoncini:

sono costituiti da tre elementi:

  • Asta
  • Impugnatura – lacciolo
  • Puntale

L’asta del bastone è presente in molti materiali, carbonio, fibra di vetro, alluminio etc. l’importanza di questa è la sua resistenza alle forze verticali e la sua flessione. Le aste in fibra di carbonio sono molto usate per la loro leggerezza e resistenza alle forze verticali ma hanno come elementi contrari il costo e la facile rottura proveniente da colpi laterali. E’ comunque necessario individuare il giusto compromesso per la scelta dell’asta.

L’impugnatura può essere costruita in vari elementi: sughero, plastica, sughero artificiale oppure plastica rivestita di pelle. E’ molto personale la scelta di questa materiale, ricordiamo che il sughero sarà più comodo per chi pratica l’attività di nordic walking in climi piuttosto freddi perché il sughero riduce la sensazione di freddo sulla pelle.

Il lacciolo deve poter fasciare molto bene l’intera mano, quasi come un guanto e è consigliato scegliere laccioli che dividono il pollice dalle restanti dita. Il lacciolo deve essere di materiali piacevoli al tatto ma molto resistenti visto che dovranno resistere alla spinta che vi eserciteremmo.

Il puntale è costruito generalmente in materiale plastico ed è inserito nella parte bassa del bastoncino e alla sua estremità è inserita una punta di metallo in vidia che serve per dare una maggior aderenza su tutti i terreni, soprattutto quelli più duri, dove le normali punte in acciaio non avrebbero molta tenuta. Normalmente il puntale con la punta in vidia viene generalmente usato su terreni sterrati, di montagna, erbosi, innevati o ghiacciati. Quando invece l’uscita di nordic walking si effettua nei paesi, città o palestre  o comunque su terreno asfaltato ,il puntale viene coperto da un appositopad di gomma fornito dalla ditta Questo serve per attutire l’impatto su terreni duri e per evitare il fastidioso rumore che ne consegue ad ogni appoggio a terra.

Altezza corretta del bastoncino

La lunghezza del bastoncino deve essere proporzionata all’ampiezza del passo
del camminatore

Per calcolare l’altezza corretta del proprio bastoncino si dovrà   avere una misura che, una volta impugnato, permetta di avere un’apertura del gomito di  circa 90°.